Istituto di Istruzione Superiore

Ugo Bassi - Pietro Burgatti

Sostieni il progetto e fai una donazione aderendo alla raccolta fondi. ISIT GREEN è un progetto di approfondimento, sensibilizzazione e sperimentazione di buone pratiche legate allo sviluppo sostenibile. In collaborazione con l’associazione “Resistenza Terra”, gli studenti  e le studentesse del Bassi Burgatti hanno dato vita al progetto ISIT GREEN che prevede diverse attività: dalla cura degli ambienti scolastici e degli spazi comunali limitrofi, all’attuazione della raccolta differenziata nell’Istituto classe per classe mediante l’acquisto di un numero sufficiente di contenitori per rifiuti, attualmente disponibili solo negli ambienti comuni; ad  attività di formazione continua per gli studenti, affinché acquisiscano le competenze necessarie per diventare tutor ambientali

L’obiettivo ambizioso consiste nel creare un appuntamento annuale, in modo che l’iniziativa venga ‘tramandata’ di anno in anno alle future classi che avranno il dovere di informarsi e sensibilizzare a loro volta i futuri studenti dell'Istituto.

SOSTIENI ISIT GREEN E FAI UNA DONAZIONE PER L’ACQUISTO DEI CONTENITORI PER LA RACCOLATA DIFFERENZIATA E PER LA FORMAZIONE STUDENTI E PERSONALE DELLA SCUOLA  . DONA CLICCANDO SUL LINK   https://idearium.pubblica.istruzione.it/crowdfunding/progetto/42105

ll Safer Internet Day 2021 sarà celebrato il 9 febbraio, contemporaneamente in oltre 150 paesi tra cui l'italia. SID è la giornata mondiale per la sicurezza in Rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea, che si celebra il secondo martedì del mese di febbraio. Obiettivo dalla giornata è far riflettere studenti e studentesse sull’uso consapevole degli strumenti tecnologici e sul ruolo attivo che possono avere utilizzando la rete in modo sicuro e positivo.

Moltissimi gli eventi in programma on line. Vi segnaliamo le attività promosse dal progetto Generazioni Connesse collegandosi al sito www.generazioniconnesse.it e da Scuola Digitale sul sito www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml

PER DOCENTI : Lunedì 8 febbraio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, alla vigilia della giornata mondiale, si svolgerà il “Media education workshop”, un laboratorio di formazione e di scambio di pratiche per docenti sull’educazione ai media digitali e la progettazione di un curricolo delle competenze digitali nelle scuola a “Safer Internet Stories”, consiste in una innovativa esperienza di apprendimento, ideata per promuovere, attraverso il coinvolgimento attivo delle studentesse e degli studenti, le competenze di Cittadinanza digitale grazie ad un utilizzo creativo e consapevole dei media digitali.

PER STUDENTI E STUDENTESSE:  9 febbraio, all’interno di un evento in live streaming, verranno lanciati gli hashtag #PoesieSID e #StemSID, che daranno l’avvio a due percorsi didattici paralleli, uno dedicato alla poesia e l’altro alle discipline STEM. A dialogare con alunne e alunni sui social ci saranno le MuseSocial e gli ScienziatiSocial, account animati dalle équipe formative territoriali, che daranno vita a un inedito gioco di digital storytelling. Sul sito del PNSD sarà possibile iscriversi e reperire tutte le relative informazioni

Info ed iscrizioni www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml  e https://www.generazioniconnesse.it/site/it/2021/01/18/sid-safer-internet-day-2021/

"Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre". (Primo Levi, Se questo è un uomo)

Sala Arcobaleno

Inaugurato uno spazio di condivisione pensato per ragazzi e ragazze che a qualsiasi titolo possano ritrovarsi ed esprimere la propria creatività. “Un piccolo gesto di civiltà per offrire alla comunità scolastica luoghi di aggregazione trasversali nonostante la modesta disponibilità di spazi nel nostro istituto e a fronte di un numero di studenti e studentesse in continua crescita”, sottolinea la Dirigente Scolastica Annamaria Barone Freddo.

Aula Arcobaleno come simbolo di diversità, mescolanza di culture e di modi di essere. Per valorizzare le differenze e incentivare una cultura del rispetto, così importante nei percorsi di crescita ed educativi.

 

Quest’anno per scoprire l’offerta formativa del nostro istituto basteranno pochi click per iscriversi agli Open Day rivolti a studenti e famiglie. Gli appuntamenti sono in programma: Sabato 5 e 12 dicembre 2020 e 9 gennaio 2021. Collegandosi alla piattaforma TEAMS sarà possibile ascoltare ed interagire con docenti e relatori nel corso della presentazione di ogni settore della scuola (Economico, Tecnologico, Liceo Scientifico articolazione liceo Scienze Applicata). Per partecipare basta andare sul sito della scuola www.isit100.fe.it e seguire le indicazioni per l’iscrizione alle presentazioni.

Sabato 5 dicembre dalle 15 alle 16 Liceo; dalle 16 alle Economico; dalle 17 alle 18 settore Tecnologico. Vi segnaliamo interviste, dichiarazioni, esperienze di studenti, docenti, ex studenti che potete ascoltare dal nostro canale You tube.

https://youtu.be/Yi9mn_H1L64

 

Si è aperta  lo scorso 20 novembre 2020 , l’Assemblea plenaria della Sessione Regionale MEP 2020, della rete delle 13 scuole di Emilia-Romagna e Toscana: 85 i delegati partecipanti, affiancati dai 16 chairs e da 10 membri dello staff organizzatore, oltre al coinvolgimento dei molti docenti dei diversi Istituti.                                         Dopo il saluto dei Presidenti, Luca Ugoni, Matilde Inzoli Govoni, Veronica Grisendi e Lorenzo Calandra, che si avvicenderanno nella conduzione dell’Assemblea anche nel giorno successivo, e a cui si deve un impegnativo ed instancabile lavoro di organizzazione della Sessione, ha parlato la Dott.ssa Alda Barbi, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “Manfredo Fanti” di Carpi.  Nonostante la complessità della situazione, da lei definita “speciale”, la Dott.ssa Barbi ha evidenziato come i giovani del MEP abbiano continuato a credere nel progetto e, con la loro appassionata capacità di reagire, abbiano creato una modalità nuova affinchè le idee potessero circolare ugualmente e i delegati, pur privati di una relazione in presenza, si sentissero comunque vicini gli uni agli altri.   Anche il Dott. Vittorio Cama, Presidente di Mep Italia, ha voluto esprimere il suo iniziale sconcerto quando, a febbraio 2020, con l’avvento della pandemia, la realtà era improvvisamente cambiata e tutto il lavoro compiuto sembrava vanificato, come sospeso in una dimensione atemporale; e il MEP, che fa della relazione e del confronto in presenza il cardine del suo successo, ha dovuto reinventarsi, attraverso un duro impegno. Ha inoltre sottolineato come il pensiero critico abbia modo di svilupparsi, attraverso questa attività, che si focalizza su tematiche importanti le quali, durante la pandemia, si sono fatte drammaticamente più urgenti.   Dopo l’ascolto dell’inno europeo, eseguito dall’orchestra d’archi e tastiere “Pla Young” di Mirandola, ha avuto inizio il dibattito delle diverse Risoluzioni, che si è protratto anche nella mattinata di sabato. Problemi relativi all’ambiente e alle energie rinnovabili, ai diritti umani, al commercio internazionale in periodo di protezionismo, all’immigrazione e all’integrazione, all’uguaglianza di genere e molti altri sono stati dibattuti, con particolare attenzione all’uso del registro linguistico, che spaziava dall’ambito giuridico, a quello scientifico, a quello socio-economico. I docenti hanno potuto pertanto riscontrare come, nei quattro giorni precedenti, durante i lavori di Commissione, i delegati avessero veramente studiato in modo approfondito e si fossero appropriati del ruolo che li richiedeva “giovani parlamentari europei”.                                                            Al termine dell’assemblea plenaria, dopo i saluti di rito, la coordinatrice dei progetti Matilde Inzoli Govoni ha voluto riportare la sua esperienza, fatta in Estonia, in occasione di una Sessione Internazionale MEP. E ad un chair austriaco, che le aveva chiesto che cosa fosse per lei il MEP, Matilde aveva risposto. “Meeting european people”. 

Il MEP è quindi un luogo di incontro di culture, persone e tradizioni diverse, dove si condivide la stessa consapevolezza di essere europei. E mentre, in molte altre parti del mondo i diritti di giovani come loro sono oltraggiati e conculcati, questi delegati sanno di avere, come europei, una possibilità unica: il privilegio di poter esprimere liberamente le loro idee in una casa comune, dove i principi democratici sono tutelati.    

Ringrazioamo la prof.sa  Patrizia Paini per questo contributo.       

Studenti di tutta la regione insieme ai loro insegnanti si sono collegati in remoto per partecipare al primo appuntamento di Concittadini sul tema della legalità. Il nostro istituto partecipa da diversi anni al progetto promosso dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.” Concittadini” si articolo su 3 parole chiave: legalità, memoria, diritti. Nell’edizione 2020/21 sul tema della legalità, il progetto propone ai nostri studenti e studentesse due seminari dal titolo: “Riconoscere le mafie ai tempi del covid-19, per educare alla legalità e formare una cittadinanza responsabile”.  L’iniziativa permette di ascoltare testimonianze significative di personalità impegnate per la promozione della legalità e per il contrasto alle mafie nella fase della crisi sanitaria e della conseguente crisi economica. I relatori sono Alessandra Dolci, Procuratore Capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano e Paolo Borrometi, giornalista sotto-scorta, Vicedirettore dell’Agenzia giornalistica ItalProssimo appuntamento venerdì 30 ottobre 2020.

Riparte la sperimentazione per le classi terze del percorso nazionale "Biologia con curvatura biomedica" che avrà una durata triennale (per un totale di 150 ore), con un monte ore annuale di 50 ore: 20 ore tenute dai docenti di scienze, 20 ore dai medici indicati dagli ordini provinciali, 10 ore "sul campo", presso strutture sanitarie, ospedali, laboratori di analisi individuati dagli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Il percorso sarà sviluppato in orario extracurriculare (1 ora a settimana) con didattica a distanza, tramite piattaforma di Teams. Il progetto coinvolge 160 i licei classici e scientifici d'Italia che stanno attuando il percorso didattico, ideato e coordinato dal liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria, unico in Italia nella struttura e nei contenuti, istituzionalizzato grazie alla sottoscrizione di un protocollo tra il Direttore Generale degli Ordinamenti scolastici e il Presidente della Federazione Nazionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Si ricorda che il nostro liceo è tra gli istituti individuati, tramite Avviso Pubblico promosso dal MIUR, a sperimentare, già dall'anno scolastico 2018/19, il percorso "Biologia con curvatura biomedica". Dal mese di ottobre 2020 sarà inoltre attivata la terza annualità del percorso nazionale "Biologia con curvatura biomedica" indirizzata solo agli studenti delle classi quinte che abbiano già frequentato la prima e la seconda annualità del percorso negli a.s. 2018-19 e 2019-20.

Il percorso nazionale di potenziamento-orientamento prevede anche per la terza annualità un monte orario di 50 ore annue: 20 ore svolte dai docenti di scienze, 20 ore dai medici selezionati dagli Ordini provinciali dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, 10 ore "sul campo" presso strutture sanitarie, ospedali e laboratori di analisi individuati sempre dai suddetti Ordini. L'accertamento delle competenze acquisite avverrà tramite la somministrazione di test di verifica, con cadenza bimestrale, a conclusione di ogni nucleo tematico di apprendimento. Le prove di verifica, 45 quesiti a risposta multipla, congiuntamente al modello organizzativo e ai contenuti didattici del percorso, saranno condivisi dal liceo scientifico "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria scuola capofila di rete, attraverso la piattaforma web (www.miurbiomedicalproject.net).

Con cadenza bimestrale, a conclusione di ogni nucleo tematico di apprendimento, è prevista la somministrazione di una prova di verifica: 45 quesiti a risposta multipla condivisi dalla scuola capofila di rete che Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha individuato nel Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria a cui, tra l'altro, sarà affidato il compito di predisporre la piattaforma web (www.miurbiomedicalproject.net), per la condivisione, con i licei aderenti alla rete, del modello organizzativo e dei contenuti didattici del percorso.

Una Cabina di Regia nazionale (Massimo Esposito e Giuseppina Princi per il MIUR, Roberto Monaco e Pasquale Veneziano per la Federazione Nazionale dell'Ordine dei Medici), eserciterà la funzione di indirizzo e di coordinamento e valuterà sulla base dell'efficacia dei risultati scientifici ottenuti a fine percorso, la possibilità di regolamentare l'indirizzo in tutti i licei scientifici del Paese.

Acquisite le adesioni saranno costituiti gruppi eterogenei (max 25 alunni). Il percorso sarà sviluppato, nella giornata in seguito comunicata, in orario extracurriculare (1 ora a settimana), pomeridiana, con didattica a distanza, tramite piattaforma di Teams. Formalizzata l'istanza, la disciplina sarà inserita nel piano di studi dell'allievo/a e, in quanto tale, diverranno obbligatori: la frequenza, lo studio, le verifiche e la certificazione a conclusione del 1° e 2° quadrimestre con relativa valutazione. Scadenza iscrizioni 5 ottobre 2020. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Prof. Aleotti Paola (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).